• Messaggio Da Mauro Franco

    Molti mi chiedono quale guida scaricare per iniziare a guadagnare con internet. Ti informo che qualsiasi libro sceglierai da questo sito, sarà il massimo per guadagnare in rete. Non potrai sbagliare, perché qualunque guida, ti porta inevitabilmente al successo. Promesso e Garantito al 100%! Mauro Franco

BREXIT, SARA’ LA VOLTA BUONA?

sondaggi-brexit-2BREXIT, SARA’ LA VOLTA BUONA?

Europa sì o Europa no?

Sembra essere questo il nuovo tormentone estivo, sopratutto in seguito al famoso referendum tenutosi in Inghilterra il 24 giugno 2016. Il tutto viene chiamato dalla stampa con il nome di “Brexit”, ma cos’è esattamente? “Brexit”, letteralmente, è una fusione di 2 parole distinte, ovvero “British-exit”, cioè l’uscita da parte della Gran Bretagna dall’Unione Europea.

Perchè mai l’Inghilterra vorrebbe uscirne?

Prima di dare una risposta (ragionandoci terra-terra la si può intuire piuttosto facilmente), a mio parere occorrerebbe fare qualche cenno di storia, per capire cos’è veramente l’Europa.

Qui posso già darti un primo riferimento.

Per sommi capi possiamo dire che questa comunità è nata ai fini di costituire un “Super-Stato” all’interno del quale le singoli nazioni collaborano e cooperano per un fine comune, rispettando le singole nazionalità all’insegna della democrazia e della fratellanza.

Ma sarà davvero così?
Mah, a giudicare da come stanno andando le cose in ogni singolo stato non sembra esattamente cosi. Ci dicono che rispetto al periodo che va dal dopoguerra ai primi anni ’90 (guarda a caso, il periodo più florido per l’Europa e per i suoi stati, ognuno con le sue regole, ognuno con la sua valuta.

Come in natura, e cosi anche in sociologia, un buon ecosistema deve avere un’alta biodiversità, la diversità fa la forza) il P.I.L. è aumentato, diventiamo sempre più ricchi e “tecnologicamente-evoluti”, e di conseguenza la dissoluzione o l’uscita da quest’ultima da parte di uno stato sarebbe un disastro epocale. Ma cos’è che ci tiene insieme all’interno di questo “Super-Stato”?

La cultura? La fratellanza tra popoli? Usi e costumi? Assolutamente no…
A tenerci tutti insieme è appunto la valuta Euro. Mi sembra corretto, prima stampiamo dei pezzi di carta privi di valore (hanno un valore solo perchè noi continuiamo ad attribiurglielo ti invito a informarti sul signoraggio bancario  e solo in seguito vediamo come creare un sistema sociale efficiente che metta in armonia le singole e profondamente diverse nazionalità.

Ti ricorda qualcosa? Non ci hanno forse già provato in passato a tenere insieme tutti i singoli stati manipolando e impartendo ordini non discutibili dall’alto?

Beh si, è già successo, uno su tutti Adolf Hitler (e sappiamo bene come è andata a finire) e prima di lui un certo, forse sconosciuto a molti, Richard Nikolaus di Coudenhove-Kalergi, il quale nel 1923 scrisse il libro-manifesto intitolato “Pan-Europa”, di cui ti cito testualmente qualche riga:

ATTENZIONE:

La presente citazione non rispecchia in NESSUN modo il mio pensiero, in quanto è solo una citazione testuale.

L’uomo del futuro sarà di sangue misto. La razza futura eurasiatica-negroide, estremamente simile agli antichi egiziani, sostituirà la molteplicità dei popoli, con una molteplicità di personalità.

E ancora, alcuni estratti di una recensione sul lavoro di Kalergi scritta da Gerd Honsik, noto e controverso scrittore austriaco:

Kalergi proclama l’abolizione del diritto di autodeterminazione dei popoli e, successivamente, l’eliminazione delle nazioni per mezzo dei movimenti etnici separatisti o l’immigrazione allogena di massa, affinchè l’Europa sia dominabile dall‘elite.“

Eliminando per prima la democrazia, ossia il governo del popolo, e poi il popolo medesimo attraverso la mescolanza razziale, la razza bianca deve essere sostituita da una razza meticcia facilmente dominabile.

Per dovere di cronaca ti informo che al giorno d’oggi esiste il “Premio Kalergi” che viene assegnato ogni 2 anni a coloro che si sono distinti per il proseguo dei sui intenti. Una delle ultime vincitrici è stata Angela “culona” Merkel. ( Vedi Qui )

Non ti stanno facendo venire in mente qualcosa queste parole? Ed è ecco che ritorniamo alla domanda di apertura: Perchè mai l’Inghilterra vorrebbe lasciare l’Europa? Ma è ovvio, per ragioni sociali e culturali si stanno rendendo conto di cosa sta succedendo, hanno capito che in questi primi anni di Unione Europea ci hanno praticamente solo rimesso (come ogni singolo stato eccetto la Germania, stranamente, ma questa è un’altra storia…).

Ma cosa succederebbe in termini pratici dopo la sua fuoriuscita? ASSOLUTAMENTE NIENTE!

I giornali, telegiornali e mass media in generale non fanno altro che allarmismo, prospettando crisi e disastri economici senza precedenti.

Ma come è possibile se la nostra attuale economia si basa su dati virtuali, decisi arbitrariamente a tavolino?

In caso di crisi basterebbe, arbitrariamente, cambiare questi parametri, in quanto puramente virtuali e privi di connessione alla vita reale (Dato che la nostra economia è tutto in “gioco di prestigio” basterebbe Giucas Casella per sistemarla).

Semplice! Non credi?

Purtroppo per loro, cadrebbe tutto il castello di carte costruito in parecchi decenni dell’elite.

Ma chi fa parte di quest’ultima?

Chi sta veramente comandando in Europa? Come abbiamo detto prima, è l’Euro che decide tutto, quindi di conseguenza anche tutti coloro che in un modo o nell’altro lavorano all’interno della BCE la quale, ricordiamolo, è PRIVATA.

Hai mai eletto qualcuno di loro? Sai esattamente chi ci lavora?
Io sinceramente no…e credo nemmeno tu, e nonostante ciò la nostra vita è decisa attimo per attimo da questa gente.

Basta pensare al lavoro per esempio, il fatto che tu debba stare 40 o più ore alla settimana a fare lavori molto spesso demoralizzanti in cambio di pochi spiccioli (ovviamente finito di lavorare mica potrai goderti i tuoi guadagni in quanto ti permettono a mala pena di sopravvivere, e cosi facendo noti che sei rimasto “prigioniero” tutta la vita, della serie “Arbeit macht frei”, chi ha orecchi per intendere intenda) è conseguenza diretta delle loro decisioni prese dall’alto (di cui puntualmente ci tengono all’oscuro).

Non mi credi? Andiamo a vedere chi è contro la “Brexit”:

Jacob Rotschild: “Le prove (calcoli, studi si sistema ecc) indicano che la Brexit sarebbe un disastro, inoltre non dovremmo accettare la diminuzione di importanza del nostro ruolo all’interno del panorama socio-economico mondiale.” Sunday Times .

Mario Monti: “Premier Cameron e Brexit? È un eccesso di democrazia” (perdonami la reazione, ma che caxxo si è fumato Monti??? Finalmente un po di vera democrazia direi io..)

Queste tanto per citare le più famose…ma perchè sarebbero contro? Perchè tutto questo allarmismo mediatico? Anche qua la risposta è molto semplice, loro sono l’elite.

In questo link  potrai vedere come, attraverso banche, società ecc. siano direttamente loro a possedere le banche nazionali centrali e di conseguenza anche la BCE.

Cos è che più li spaventa? Ovviamente il rischio di emulazione da parte di altri stati, stufi marci di questa dittatura socio-economica. In questo modo, ripeto, cadrebbe il castello di carte.

Ma veniamo a noi, lasciamo perdere l’economia, conteggi, paroloni da professoroni.. Cos’è che conta veramente nella vita? Te lo dico subito io, non perchè sia uno shamano che tutto sa e che tutto vede, ma semplicemente perchè sono un essere umano come te, e tutti e 2 vogliamo le stesse identiche cose:

1- respirare: se avviene la Brexit continuerai ad avere ossigeno per respirare? Credo proprio di si.
2-bere: se avviene la Brexit continuerai ad avere acqua da bere? Ovvimante si
3-mangiare: se avviene la Brexit continuerai ad avere cibo da mangiare? Si.
4-esprimere a 360° la nostra persona nel rispetto delle altre, ai fini di cooperare e aiutarci l’un l’altro: la Brexit mi sembra l’occasione perfetta.

Tornando al titolo di partenza, “SARA’ LA VOLTA BUONA?”
ti chiedo: Non sarà la volta buona anche per noi per svegliarci e riprendere in mano le nostre vite???

Analizziamo con calma la situazione:

1-respirare: in Italia l’aria non ce la porta via nessuno, e magari, usando di più bici e piedi, oltre ai kg di polveri sottili in meno nell’aria potremmo anche ottenere qualche kg in meno sui nostri rinonceronteschi sederoni flaccidi occidentali.

2-bere: ti ricordo che l’Italia è il paese che ha le riserve idriche più grandi del mondo, e con un minimo impegno direi che non sarebbe assolutamente un’impresa portare l’acqua anche in quelle regioni italiane in cui scarseggia.

Se non vi è acqua è perchè qualcuno ha interesse che non vi arrivi.

Io abito in Germania, l’acqua costa 2€ al litro, non esistono fontane pubbliche e quella del rubinetto è in prevalenza acqua fluviale filtrata infinite volte, povera di sali minerali quasi come fosse acqua distillata, e posso dirti per certo che alla Germania da molto fastidio il fatto che da noi l’acqua sia ancora pubblica e sta facendo di tutto per spingerci a privatizzarla, direi un valido motivo per un’ eventuale “Itexit”.

3-mangiare: l’Italia è uno dei pochi paesi al mondo in cui la percentuale di biodiversità negli ecosistemi è estremamente alta, abbiamo davvero un’infinità di specie vegetali e animali che ci possono sfamare al meglio, e sempre a causa dell’Europa, quest’ultime stanno via via scomparendo. (Ti ricordo che è l’Europa a decidere cosa noi possiamo coltivare/allevare/pescare.)

4-espressione di noi stessi: possediamo il 60% del patrimonio artistico-culturale mondiale, non sarebbe ora di cominciare a prendere in considerazione una vita meno frenetica e più profonda?

Una vita in cui non sono il telefonino, la macchina o la casa a fare grande una persona, ma quello che lui o lei può offrire agli altri, esprimendolo anche attraverso l’arte come hanno fatto i nostri grandi Maestri del passato (Leonardo da Vinci, Antonio Vivaldi tanto per citarne un paio, ma la lista sarebbe lunga).

Ti lascio con quest’ultima citazione, fatta dal capo di un popolo ormai estinto per mano delle stesse persone che vogliono far estinguere anche noi, sperando che ti faccia riflettere sulla vita e sulle cose veramente importanti della vita, che di per certo non sono P.I.L., Spread ecc. (Hai mai provato a cucinarti la pasta allo Spread?):

Solo quando l’ultimo fiume sarà prosciugato, quando l’ultimo albero sarà abbattuto, quando l’ultimo animale sarà ucciso, solo allora capirete che il denaro non si mangia.”

(umilmente aggiungerei che rispetto ad una volta, anche volendo oggi sarebbe impossibile mangiarli perchè il denaro è solo virtuale)

Toro Seduto dei Sioux Lakota
Davide Casarin

Un commento:

  1. meglio morire liberi che vivere schiavi!!! Geronimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting