• Messaggio Da Mauro Franco

    Molti mi chiedono quale guida scaricare per iniziare a guadagnare con internet. Ti informo che qualsiasi libro sceglierai da questo sito, sarà il massimo per guadagnare in rete. Non potrai sbagliare, perché qualunque guida, ti porta inevitabilmente al successo. Promesso e Garantito al 100%! Mauro Franco

Stop anonimato sul web – Utenti con vera identità – Legge in vigore nel 2014

Ma perchè attendere fino al 2014 ?

Fra due anni tutti dovranno mandare la carta di identità, pena, sospensione di siti e blog. (Chissà come sarà contento Blogspot che è la patria degli anonimi)

La legge “Partorita” già nel 2010 sembra essere stata ripresa in “Mano” dal ministro delle telecomunicazioni proprio prima delle vacanze, con una nota di palazzo chigi che sembra definitiva.

Secondo tale voce, il governo avrebbero messo a punto una proposta di legge per impedire agli utenti possessori di sottodomini e blog, di rimanere anonimi in rete.

Insomma, sembra proprio che facciano sul serio, e gli utenti “Anonimi” titolari di blogspot o similari, potrebbero presto doversi registrare con un vero documento e svelare la propria identità. (chissà come sarà contento il truffatore bob spammit)

La legge in questione (si dice) non sarà solo per le aziende, ma per qualsiasi utente che detiene un  spazio web visibile in Italia  (pensate che casino succederà)

Attualmente si tratta di una proposta di legge, ma presto tutto ciò potrebbe essere “ufficializzato” attraverso un’apposita legge, si dice entro il 2014.

La notizia in questione (quando sarà cosa quasi certa) causerà e scatenerà diverse reazioni “a Catena” di proteste. Io penso non ci sia niente di male, ma se volete proteggere la vostra privacy, le soluzioni sono due:

Questa ……….  e Questa !!

Anche Facebook si spende a favore di identità ben riconoscibili online. Ma la ragione è solo una: offrire agli inserzionisti profili più aggiornati.
(furboni eh ?)

——————–

Anche lo stato di New York, mira ad abolire i commenti anonimi sul web.

L’anonimato è una pratica diffusa fraudolenta o pericolosa

Il disegno di legge obbligherebbe tutti i siti web con sede nello stato a “rimuovere  qualsiasi commento sul sito da parte di utenti anonimi”.

Il deputato Conte ha sostenuto che tale proposta legislativa “accende i riflettori sui cyber-bulli forzandoli a rivelare la propria identità” e favorisce la diminuzione di “meschini e infondati attacchi politici.

Il senatore O’Mara ha sottolineato maggiormente la necessità di incrementare la responsabilità politica nell’epoca di Internet e l’apporto che il disegno di legge può offrire.

Il disegno di legge richiede, inoltre, che i siti web (blog, newspaper o altro) inseriscano un numero di contatto o un’email per la richiesta di rimozione di contenuti anonimi in ogni sezione dove i commenti sono permessi.

Internet: Il Caos è Equo

Mauro Franco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting